Esami afferenti la Branca di  Risonanza Magnetica effettuabili presso  il nostro Istituto:

  • Angio RM (vasi intracranici, collo, aorta toraco-addominale)
  • Colangio RM
  • RM Addome inferiore diretto e con mdc
  • RM Addome superiore diretto e con mdc   
  • RM Articolare (spalla, gomito, mano, polso, anca, sacro-iliache, ginocchio, caviglia, piede) diretto e con mdc
  • RM Articolazione temporo-mandibolare diretto e con mdc
  • RM Collo diretto e con mdc
  • Rm Encefalo diretto e con mdc
  • RM Endocavitaria  (prostatica) diretto e con mdc
  • Rm Massiccio Facciale, Orbite diretto e con mdc
  • RM Muscolo-Scheletrica diretto e con mdc
  • RM Rachide (cervicale, dorsale e lombo-sacrale) diretto e con mdc
  • RM Ricostruzione 3D
  • RM Torace diretto e con mdc

Risonanza Magnetica

RISONANZA MAGNETICA

Notizie su l’indagine 

La Risonanza Magnetica è una moderna  tecnica diagnostica usata in medicina, che fornisce immagini dettagliate del corpo umano.

Con questa tecnica molte malattie e alterazioni degli organi interni possono essere visualizzate e quindi facilmente diagnosticate.

La Risonanza Magnetica utilizza onde radio e campi magnetici e pertanto non presenta i rischi legati all’utilizzo di radiazioni ionizzanti, come i raggi X.

La Risonanza Magnetica produce immagini di sezioni del corpo che vengono originate grazie all’aiuto di un computer che trasforma gli impulsi radio nelle immagini anatomiche in questione; queste ultime vengono visualizzate attraverso l’uso di un monitor.

Le sezioni (“fette”) possono essere ottenute (“tagliate”) indifferentemente su qualsiasi piano dello spazio, creando in tal modo una visione virtuale tridimensionale del corpo.

La Risonanza Magnetica può essere usata per la diagnosi di una grande varietà di condizioni patologiche che coinvolgono gli organi e i tessuti del corpo.

Questa metodica risulta particolarmente utile nella diagnosi delle malattie dell’encefalo , della colonna vertebrale, degli organi addominali (esempio fegato e utero), dei vasi sanguigni (aorta) e del sistema muscolo-scheletrico (articolazioni, osso, tessuti molli).

Quando un Medico prescrive per il proprio Paziente un esame RM, non significa necessariamente che si sospetti qualche grave patologia, esistono infatti parti del corpo e condizioni patologiche (anche benigne) che possono essere valutate molto bene e con maggiore precisione con la Risonanza Magnetica: in tali casi quindi il ricorso alla RM rappresenta un risparmio di tempo e una via per una migliore e più precisa diagnosi.

COME SI SVOLGE

radiografia

Dopo il colloquio con il medico radiologo, il Paziente entra all’interno della sala diagnostica in cui si trova il magnete.

Il Paziente si sdraia su un lettino e in relazione al tipo di organo da studiare potranno essere posizionate all’esterno del corpo le cosiddette “bobine di superficie” (fasce, caschetti, piastre ecc.) sagomate in modo da adattarsi alla regione anatomica da studiare.

Anche l’applicazione di queste “bobine” (essendo appoggiate all’esterno del corpo) non provocano dolore o fastidio al Paziente.

Qualche volta, a discrezione del medico e in relazione al tipo di patologia da studiare, potrà essere somministrato un mezzo di contrasto (mdc) per via endovenosa

In Risonanza Magnetica  si utilizzano mezzi di contrasto che contengono atomi di un elemento raro, il gadolino . Queste sostanze, somministrate per via endovenosa in occasione dell’esame, si fissano agli organi e si distribuiscono nei vasi in maniera simile ai mezzi di contrasto iodati usati in  Tomografia Computerizzata. La differenza consiste nel fatto che gli atomi di gadolinio modificano temporaneamente le caratteristiche magneti­che delle zone del corpo in cui vanno a fis­sarsi.

Ne risulta una modificazione del segnale raccolto dall’apparecchio e quindi dell’immagine RM, utile per la migliore identificazione e caratterizzazione di varie malattie.

Controindicazioni

La Risonanza Magnetica non può essere eseguita in:

portatori di pacemaker cardiaco o altri tipi di elettrostimolatori, clips chirurgiche ferro-magnetiche o delle valvole cardiache artificiali in metallo del quale è necessario conoscere sede e caratteristiche del materiale.

Nel sospetto di qualsiasi frammento di metallo verrà eseguita una radiografia per garantire che non vi siano presenti particelle metalliche.

 Non ci sono controindicazioni per la presenza di spirale intrauterina (dopo l’esame è opportuno controllarne la posizione).

  Preparazione per il Paziente

Per gli esami da eseguire in modalità diretta, non è necessaria alcun tipo di preparazione, mentre per gli esami da eseguire con somministrazione di mezzo di contrasto, il Paziente dovrà rimanere digiuno per alcune ore prima dell'indagine ed effettuare preliminarmente una semplice analisi del sangue che studi i seguenti valori:

- Creatinina

E' indispensabile che siano preventivamente accertate le eventuali controindicazioni sopra illustrate.

INFORMAZIONI PER PAZIENTI CHE SOFFRONO DI FENOMENI ALLERGICI:

Pazienti  con anamnesi positiva per fattori allergici che devono  sottoporsi ad esame  RM con mezzo di contrasto  devono consultare il proprio Medico Curante che potrà consigliare eventuale preparazione antiallergica.

Share by: